• facebook
  • twitter
  • Instagram
Expo We

We is not only me.
Una rete mondiale di donne per "Nutrire il pianeta"

Le ambassador

Le donne del mondo, di ogni cultura e Paese, sono invitate a partecipare a WE. Fra loro, le figure di spicco della letteratura e della scienza, dell’arte e della politica, dell’imprenditoria e della comunicazione, sono le Ambasciatrici WE, che diffondono e testimoniano l’importanza di fare rete, in un unico grande WE, “noi”.

Cristina Seresini

ANIMATION DIRECTOR, ITALIA

"Vorrei vedere più donne al potere che non imitano il modello maschile o che lo sostengono loro malgrado, ma prendano coraggio da loro stesse."

Nutrire il Pianeta, energia per la vita”. Il tema di Expo 2015 è strettamente legato al mondo femminile. In che cosa le donne possono fare la differenza?

 

Le donne offrono la prima nutrizione ai figli e, di conseguenza, il rapporto che s’instaura tra nutrimento e vita è ancestrale.

 

WE, nel senso di “noi”, di sentire e agire collettivamente. Che importanza ha l’alleanza femminile, la rete delle donne per il futuro del Pianeta?

 

Per cultura le donne sono state abituate a gestire solo il nucleo della loro famiglia. Divise. Un’alleanza femminile ora può portare alla luce un modello più sostenibile per il nostro Pianeta.

 

In relazione a sostenibilità e nutrizione, qual è il tema chiave per le donne: maggiore accesso alle risorse economiche, diritto all’istruzione, parità e potere politico?

 

Diritto all’istruzione innanzitutto, e parità politica, davvero però. Vorrei vedere più donne al potere che non imitano il modello maschile o che lo sostengono loro malgrado, ma prendano coraggio da loro stesse.

 

Tra i temi importanti di WE-Women for Expo c’è quello della lotta contro lo spreco. Quale pensi che possa essere il ruolo delle donne in questa battaglia che si combatte dal basso, nel quotidiano. Qual è la tua ricetta per nutrire il Pianeta e rendere il consumo di cibo più attento e sostenibile e quali sono i tuoi gesti personali contro lo spreco?

 

La memoria, mia nonna ad esempio, ricordo come riusciva a non buttare via nulla e a riutilizzare tutto.

 

Il cibo racconta molto di noi: le nostre origini, le nostre tradizioni e i nostri legami familiari. Potresti dirci qual è il tuo piatto/cibo/ingrediente preferito?

 

Per me gli ingredienti cui non potrei mai rinunciare sono pane e olio. Per quanto apprezzi i cibi etnici, asiatici soprattutto, per me la pasta al pomodoro e la bruschetta restano insuperabili.

 

Se lo desideri, puoi segnalarci un progetto, un libro, un’associazione, un evento.

 

Mi piacerebbe segnalare Il gomitolo fiorito, di San Giuliano Milanese, il primo knit club della zona dedicato alle persone che amano lavorare all'uncinetto. L'idea è di Mariangela Favini, presidente dell'associazione culturale "Il Gomitolo Fiorito-Knit Club" che, un po' come accade negli omologhi club di New York e Londra, e di recente anche alla Triennale di Milano, accoglie la gente che ama "sferruzzare".