• facebook
  • twitter
  • Instagram
Expo We

We is not only me.
Una rete mondiale di donne per "Nutrire il pianeta"

Rose Sakala: ricominciamo dalle ragazze

A “Expo dopo Expo” la testimonianza della giovane studentessa del Malawi: “Date l’istruzione alle ragazze e darete un futuro a loro e alla loro comunità”.

Io sono la testimonianza di che cosa può fare l’istruzione per le ragazze”. Ha esordito così sul palco di “Expo dopo Expo” Rose Sakala, giovanissima studentessa del Malawi. Già a luglio, durante le Women’s Weeks, la ventunenne Rose aveva colpito per il suo intervento all’evento “Starting from girls: they are the source to trigger a change!” organizzato da Save the Children. In quell’occasione aveva raccontato la sua esperienza di studentessa in Economia agraria e la situazione dell’istruzione femminile in Malawi evidenziando lo stretto legame tra scolarizzazione e cibo. 

 

“Non si può studiare a stomaco vuoto”, aveva ricordato Sakala sottolineando che le donne, che nel suo paese rappresentano l’80% degli agricoltori, possono essere la soluzione alla malnutrizione. Tornata a Expo Milano 2015 a ottobre per partecipare al tavolo tematico “L’altra metà della terra”, momento di riflessione sul post Expo del percorso e delle attività avviate prima e durante l’Esposizione Universale da Women for Expo, Rose ha ribadito la centralità dell’istruzione per l’empowerment delle adolescenti nel mondo.

 

Guarda anche le interviste sul magazine ExpoNet:

 

Ogni ragazza sa essere mamma anche della comunità

 

Rose Sakala. La forza dell’istruzione per scappare dalla povertà