• facebook
  • twitter
  • Instagram
Expo We

We is not only me.
Una rete mondiale di donne per "Nutrire il pianeta"

In evidenza

  • Women for Expo Alliance

    Focus

    Dare più strumenti e diritti alle donne in agricoltura e ridurre lo spreco di cibo: queste le linee guida del manifesto di azioni concrete indirizzate a individui, settore pubblico e settore privato creato da Women for Expo International in collaborazione con FAO e con il Programma Alimentare Mondiale, nell’ambito di Expo Milano 2015. LEGGI LA WOMEN FOR EXPO ALLIANCE  

  • Voci dal Terzo Settore

    Quando l’artigianato è prezioso

    Produrre gioielli tradizionali per migliorare le condizioni di vita. Così il progetto Maasai Women Art sostiene la crescita di un gruppo di donne nel Nord della Tanzania.

  • Incontri

    Donne per l’acqua

    A pochi giorni dall’avvio di Expo Milano 2015, all’Acquario Civico di Milano si è tenuto l’incontro "Women for water", un’occasione per discutere di acqua, crisi idrica e della dimensione femminile della questione.

  • Numeri

    Donne e istruzione: queste le cifre

    Maggiore accesso all’istruzione per le donne funge da moltiplicatore dello sviluppo, portando vantaggi economici e sociali alla comunità di riferimento e all’economia nel suo complesso.

  • Focus

    Lasciate che le ragazze imparino

    “Let Girls Learn" è la nuova campagna globale in cui Michelle e Barack Obama si sono impegnati. Perché è solo attraverso l‘istruzione che sarà possibile abbattere la povertà.

  • Focus

    Doggy bag, il nuovo che avanza

    L’imperativo a non sprecare cibo assume nuove forme. E da soluzioni pratiche come la doggy bag si passa a ripensare la ristorazione e il consumo di cibo.

  • Storie

    Patrizia Carrano La prima donna laureata al mondo

    Nel 1678 veniva proclamata dottore in Filosofia la veneziana Elena Lucrezia Cornaro Piscopia. Dimenticata da molti, è ricordata in una vetrata del Vassar College, prima università femminile americana.

  • Mestieri

    Tre donne al comando

    L’attenzione alla qualità e il coinvolgimento: sono le doti femminili che le sorelle Silvia, Laura e Claudia Ferrari hanno scelto per far crescere l’azienda di famiglia.